Locomotiva Gr. 552-036 FS (XX)

https://dati.museoscienza.org/lod/resource/ScientificOrTechnologicalHeritage/D-000309 <https://w3id.org/arco/ontology/arco/ScientificOrTechnologicalHeritage>

locomotiva xsd:string
xsd:string Locomotiva Gr. 552-036 FS (XX) 
xsd:string Breda 
xsd:string 1900 
xsd:string detenzione privata 
xsd:string locomotiva 
xsd:string bibliografia di confronto: Album dei, Album dei tipi delle locomotive ed automotrici, Roma, Editrice di Storia dei Trasporti, 1979, 2 
xsd:string bibliografia di confronto: Cornolò G., Locomotive a vapore FS, Bologna, Albertelli, 1998 
xsd:string Dal 1890 fino al 1914 le Gr552 trainarono il convoglio postale settimanale Londra-Bombay lungo il tratto italiano Milano-Brindisi. Traghettato sulla Manica, il treno attraversava la Francia ed entrava in Italia attraverso il tunnel del Frejus. A Brindisi si imbarcava sul piroscafo inglese, passava per il canale di Suez e proseguiva fino all'India, da cui il soprannome di 'Valigia delle Indie '. Il treno era composto da un bagagliaio per la posta, due carrozze letto e una vettura ristorante. Raggiungeva una velocità di 100 Km/h, per l'epoca considerevole. Le Ferrovie dello Stato ereditò le locomotive del Gruppo 552 dalla preesistente Rete Adriatica. Queste macchine rappresentano il massimo sviluppo delle locomotive a due assi accoppiati, superate soltanto dall'introduzione di motrici a tre assi accoppiati. Durante il periodo di massimo utilizzo, le locomotive Gr. 552 venivano considerate macchine di grande pregio, destinate a rimorchiare treni importanti su prestigiose linee internazionali. Una volta sostituite da macchine con prestazioni superiori, le locomotive Gr. 552 vennero destinate al servizio su linee di pianura, in particolare in Veneto. Costruite in 36 esemplari, alcune di queste locomotive rimasero in servizio fino ai primi anni del secondo dopoguerra. 
xsd:string Locomotiva a vapore poggiante su un rodiggio 220, composto da due assi portanti anteriori e due sale motrici accoppiate. Al di sopra della caldaia, dotata di un sistema a vapore saturo ad espansione semplice, sono posizionati i due distinti rilievi della sabbiera, a pianta rettangolare, e del duomo, a pianta circolare, mentre nella parte anteriore si trova un fumaiolo semplice, situato in corrispondenza della camera a fumo. La locomotiva dispone di due cilindri esterni, alimentati per mezzo di distributori a cassetto equilibrato secondo il sistema di distribuzione Stephenson. L'impianto frenante è costituito da un freno ad aria compressa automatico. La locomotiva è completa di tender a tre assi per il trasporto delle scorte di acqua e carbone. La macchina presenta una verniciatura di colore nero lucido, ad eccezione dei raggi delle ruote, della trave dei respingenti, delle fiancate del telaio e dell'incavo delle bielle verniciati di rosso e dei cerchi delle ruote di colore bianco. 
xsd:string D-309 
xsd:string treno  ferrovia 

data from the linked data cloud